CHIUDI

11/10/2018

Nel 2018 in Italia 167 morti per overdose, killer è eroina

È qualcosa di cui si parla poco, eppure per overdose in Italia sono morte quest'anno finora 167 persone, di un'età media di 38 anni, 138 uomini e 29 donne. Gli italiani sono più degli stranieri. A fare i calcoli aggiornati è il sito GeOverdose.it, un progetto del Gruppo di Interesse "Riduzione del Danno" della Sitd (Società Italiana Tossicodipendenze). La sostanza colpevole nella maggior parte dei casi, 106, è l'eroina. Nel 2017 i decessi sono stati 195. Dati che si aggiungono a quelli della relazione al Parlamento sulle droghe del 2017, nella quale si rilevava che nel 2016 "in Italia si sono osservati 266 decessi droga indotti. Di questi l'89,8% sono riferiti a persone di genere maschile, il 5,6% a persone di nazionalità̀straniera e il 51,8% a persone con età̀maggiore di 39 anni". Nella giornata della sensibilizzazione viene presentato anche il progetto "Mai senza Naloxone", un farmaco 'salvavita' in grado di invertire gli effetti delle overdose di eroina. E' una carovana composta da consumatori, operatori di bassa soglia, medici e ricercatori che toccherà cinque tappe in tutta Italia con l'obiettivo di promuovere e sostenere la buona pratica di consegna del farmaco. In Toscana per eroina ne sono morti 13 da inizio anno ad oggi, di cui 10 italiani e 3 stranieri. Per 9 di loro si è strattato di un'overdose arrivata nella piena solitudine, mentre gli altri 4 in luoghi aperti e in compagnia. Il quadro è desolante se si considera che l'eroina viene venduta a basso costo finché non subentra la lo stato di tossicodipendenza. La domanda è: quale è la percentuale che la criminalità organizzata ha stabilito per poi aumentare il prezzo e riportare l'Italia agli anni '70? CeDoP/geoverdose